Continua a consolidarsi il rapporto di gemellaggio che unisce Piedimonte Matese alla cittadina tedesca di Seligenstadt Am Main, così lontane geograficamente ma tenute insieme da un legame simbolico che trova nella devozione verso i santi Marcellino e Pietro il punto di unione tra le due culture. E’ arrivata oggi nel capoluogo matesino una delegazione di cittadini provenienti da Seligenstadt in visita per il fine settimana, accompagnati dal vicesindaco Claudia Bicherl e dal parroco don Ludwing Dieter, per celebrare e sottoscrivere formalmente l’atto di gemellaggio anche in Italia; un breve soggiorno che tiene vivo lo scambio culturale che sta diventando una vera e propria tradizione per le due comunità, fatta di incontri ma anche di rapporti epistolari, come quelli che furono avviati dal professore Michele Malatesta diversi anni fa, il quale per primo individuò l’elemento comune alle città. Lo scorso anno toccò ad una comitiva della parrocchia di Santa Maria Maggiore recarsi in Germania, dove il sindaco Vincenzo Cappello siglò il gemellaggio assieme al borgomastro Dagmar Nonn Adams. Gli amici di Seligenstadt tornano adesso in Italia dopo la visita del 2009, con tutta la soddisfazione del primo cittadino di Piedimonte e della sua amministrazione, che fin dall’inizio ha promosso e sostenuto ogni iniziativa necessaria alla realizzazione di una più stretta relazione con la cittadina tedesca, non ultima la deliberazione per l’intitolazione di una strada cittadina. E’ tutto pronto per il programma del weekend. Si comincerà domani nel pomeriggio con una cerimonia in Piazza Roma, dove verranno onorate le bandiere delle città e si sottoscriverà il gemellaggio.